Riassunto Nella regione marchigiana si ha una forte concentrazione di cavità carsiche in alcuni massicci montuosi, in conseguenza della circolazione, attuale o passata, di acque sulfuree all'interno delle rocce calcaree. Lo sviluppo di queste grotte è dovuto ad azioni corrosive, attivate pricipalmente dai processi di ossido-riduzione che interessano lo zolfo. Queste grotte possono essere definite ipogeniche, in quanto originate da azioni provenienti dall'interno della montagna. Le particolari condizioni ambientali fanno sì che queste grotte abbiano un elevato interesse naturalistico e scientifico.